• Alliance Food Consultants

La Cina propone nuovi limiti massimi di micotossine negli alimenti



Nei giorni scorsi il Governo cinese ha pubblicato una proposta di standard volto ad introdurre nuovi limiti massimi per le micotossine negli alimenti.

Lo standard, una volta adottato, introdurrà modifiche allo standard GB 2761-2017, che regola attualmente i limiti massimi di micotossine per i prodotti alimentari.

La proposta, che è stata notificata all’Organizzazione mondiale del commercio, prevede:

  • una revisione della definizione di “parte edibile”;

  • nuovi limiti per l’aflatossina B1 in specifiche categorie di alimenti (es. cereali, legumi, frutta a guscio, oli e grassi vegetali, condimenti e alimenti per esigenze nutrizionali particolari);

  • nuovi limiti per aflatossina M1 in specifiche categorie di alimenti (latte e e alimenti per esigenze nutrizionali particolari);

  • nuovi limiti per il deossinivalenolo nei cereali, nei prodotti da forni e negli e alimenti per esigenze nutrizionali particolari;

  • limiti per la fumosina in cereali e alimenti per l’infanzia;

  • una revisione dell’allegato relativo alle categorie merceologiche.

Al momento il Governo non ha definito la data di applicazione della proposta attendendo, ai fini della pubblicazione, l'esito delle consultazioni in sede di OMC.

#Aflatossine #Cina #Consulentelegislazionecinese #ConsulenzaalimentiCina #Legislazionealimentarecinese #MicotossineinCina #MicotossineCina #Micotossine #AflatossineinCina

Come Contattarci
Tecnoconsult Alimenti Srl CF e PI: 10405801001 |  Privacy Policy  |  Informazioni Societarie  |  Informazioni Legali