top of page
  • Immagine del redattoreAlliance Food Consultants

Indonesia. Presentato il calendario delle riforme in materia alimentare



Nel mese di marzo la Food and Drug Authority dell'Indonesia (BPOM) ha presentato il proprio programma di lavoro per il 2024, annunciando l'adozione di importanti initiaziative di revisione della legislazione alimentare esistente.

Le riforme annunciate dall'autorità indonesiana si concentreranno sull'etichettatura degli alimenti, gli integratori alimentari e gli standards relativi ai prodotti preconfezionati.

Nello specifico, il programma di lavoro del Governo indonesiano intende:

  • Introdurre nuovi requisiti in materia di etichettatura d'origine degli alimenti;

  • Emendare la normativa relativa all'etichetta nutrizionale, promuovendo l'uso dell'etichettatura nutrizionale FOP, anche allo scopo di spingere i produttori di alimenti a immettere in commercio prodotti con minore contenuto di calorie, grassi saturi, zuccheri e sale;

  • Rendere maggiormente restrittive le regole previste per le vendite online, apportando anche rilevanti modifiche al sistema dei controlli;

  • Introdurre requisiti di nutrivigilanza per gli integratori alimentari e definire in maniera stringente il sistema dei controlli, l'apparato sanzionatorio e le eventuali azioni previste in casi di non conformità;

  • Ridefinire gli standards di prodotto e di etichettatura per gli integratori alimentari;

  • Riformare la legislazione dei materiali a contatto con agli alimenti.


Il programma di lavoro annunciato dal BPOM intende coniugare un ravvicinamento alle disposizioni del Codex con le sfide sociali e il progresso tecnologico.

Si tratta di un calendario ambizioso e dalle ricadute notevoli sia per l'industria locale che per le imprese che intenderanno esportare in Indonesia. Il Paese dal 2018 ha avviato una serie di riforme e la legislazione locale è in costante evoluzione.



Comments


bottom of page