• Alliance Food Consultants

La Turchia propone modifiche alla norma sull'etichettatura alimentare




Il Ministero dell'agricoltura e delle foreste turco ha pubblicato lo scorso 26 novembre una proposta di modifica al Regolamento sull'etichettatura dei prodotti alimentari.


Contestualmente il Governo turco ha avviato una consultazione pubblica al fine di acquisire il punto di vista delle parti interessate circa le modifiche proposte.


Le nuove disposizioni sono finalizzate ad impedire l’utilizzo di espressioni, nomi e immagini fuorvianti che potrebbero confondere il consumatore.


In particolare, la proposta prevede:

  • Un emendamento alla definizione di campo visivo principale;


  • Un aumento della dimensione minima dei caratteri per l’indicazione della denominazione dell’alimento e la lista degli ingredienti a seconda dell’ampiezza del campo visivo principale (3 mm per campo visivo principale maggiore di 80 cm2 e 2 mm per campo visivo principale compreso tra 25 cm2 e 80 cm2);


  • L’obbligo di riportare la denominazione dell’alimento nel campo visivo principale;


  • Limitazione all’utilizzo di immagini o espressioni evocative di particolari alimenti qualora in luogo degli stessi siano utilizzati aromi;


  • Limitazione all’utilizzo di espressioni e/o immagini fuorvianti potenzialmente fuorvianti nel packaging dell’alimento;


  • L’obbligo di indicazione della presenza di edulcoranti nel campo visivo principale e nelle adiacenze della denominazione dell’alimento.


La bozza di regolamento verrà ridiscussa dal Comitato nazionale competente in materia di etichettatura a seguito della chiusura della consultazione pubblica, prevista per il 25 Dicembre 2021.


Se approvata, la proposta verrà poi pubblicata in Gazzetta Ufficiale e sarà applicabile a partire dal 1 gennaio 2024.