• Alliance Food Consultants

Turchia. Il Governo avvia un'azione di repressione contro pubblicità ingannevole



Nei giorni scorsi, al fine di fronteggiare la proliferazione di pubblicità di alimenti e di integratori alimentari volte a veicolare messaggi circa proprietà curative o preventive della malattia Covid-19, le autorità turche hanno avviato una campagna di repressione.


A seguito di controlli estesi anche alla pubblicità e alla vendita tramite canali online, promozioni televisive, radio e social media, il Ministero della Salute e il Ministero dell'Agricoltura hanno individuato alcuni casi di pubblicità di integratori alimentari ritenute illegali.


Sono stati inoltre rilevati prodotti immessi sul mercato accompagnati da indicazioni sulla salute non autorizzate o ingannevoli.


Le autorità hanno pertanto aperto delle procedure investigative e hanno comminato sanzioni alle aziende che avevano posto in essere tali condotte, nonché ad alcuni influencer.


Secondo la normativa vigente in Turchia:


  • il Ministero dell’Agricoltura è responsabile delle concessioni di autorizzazioni per la produzione, l'importazione e la vendita di integratori alimentare e può controllare il mercato ed applicare sanzioni in caso di non conformità;


  • il Ministero della Salute mantiene invece la responsabilità ad autorizzare indicazioni sulla salute nell’etichetta, presentazione e pubblicità dei prodotti e può applicare sanzioni se le indicazioni sulla salute non siano autorizzate o siano fuorvianti.


La violazione delle disposizioni relative all’autorizzazione e alla conformità dei claims salutistici comporta sanzioni sia di carattere amministrativo, che di carattere penale. Oltre ad ordinanze di sospensione dell’attività e la confisca dei prodotti, la legislazione turca prevede a carico dei soggetti responsabili pene detentive da 1 a 5 anni.


I provvedimenti varati nei giorni scorsi dalle autorità turche hanno peraltro colpito anche celebrità ed influencer, che pubblicizzavano nei propri canali social prodotti in grado di prevenire o trattare i sintomi da coronavirus.

In taluni casi le autorità hanno riscontrato che i prodotti non avevano ottenuto l’immissione al commercio prevista dalla normativa nazionale sugli integratori alimentari.





#coronavirus #covid #Turchia #integratori #etichettatura #alimentare #consulenza

Come Contattarci

Sede di Milano:

Via Monte di Pietà 21,

20121 Milano

Tel. +39 02 87199224

Email: info@foodlabelling.it

Sede di Bruxelles:

Square de Meeus 40,

1000, Bruxelles

Tel. +32 483 198523

Email: info@foodlabelling.it

Tecnoconsult Alimenti Srl CF e PI: 10405801001 |  Privacy Policy  |  Informazioni Societarie  |  Informazioni Legali